Cartavetro

Location:
Genova, It
Type:
Artist / Band / Musician
Genre:
Alternative / Psychedelic / Rock
Site(s):
Label:
Anomolo rec.
Type:
Indie
[EN]
CRTVTR's path is a path of both the physic and the mind, where experimentation has always walked arm in arm with improvisation.
Everything that music can teach human beings about themselves, is what Cartavetro want to learn from music.
The aim might seem pretentious, we are well aware of it, but it's just seemingly so: it's all simply about regaining possession of that pleasure of experimentation, in a ludic sense, that children feel when they play.
The effort is that of keeping together an elementary expressive urgency (rock?) with a necessity, as strong as the latter, of exploring the music uttered. The instrument is thus the sound, not the bass , the drums or the guitar.
Some forms are just sketched, other clearly non-finished, and it is not simply a self-condescending vice: it is more of a necessity, to throw it out here and now, always. The firm belief is that it is inside the edges that you can find the exact spirit of the moment.
Some sounds are excessive, some forms crooked, some solutions difficult, but they spring from the need to acquire a new point of view and to never give anything for granted, not even the sound uttered by the classic instruments, that of the power trio, prominently rock.
That is like saying that complexity is the opposite of adulteration, that simplicity is the opposite of banality, and that music is a performatory art.
[IT]
Quello dei CRTVTR è un percorso in cui "fisico" si appaia a "mentale" e la sperimentazione va a braccetto con l'improvvisazione.
Tutto ciò che la musica può insegnare all'essere umano di se stesso è tutto quello che i CRTVTR vogliono imparare della musica.
L'intento può apparire pretenzioso, ce ne rendiamo conto, ma lo è solo apparentemente: si tratta semplicemente di riappropriarsi del piacere della sperimentazione, in senso ludico, che hanno i bambini mentre giocano.
Lo sforzo di tenere insieme un'urgenza espressiva elementare (rock?) con una altrettanto forte esigenza di esplorazione della musica emessa. Il suono è quindi lo strumento, non tanto il basso, la batteria o la chitarra.
Certe forme sono appena abbozzate altre palesemente non-finite, e non è semplicemente un vezzo: è più una necessità, buttare fuori tutto e subito e sempre. La convinzione è che negli spigoli ci sia l'esatto spirito del momento.
Certi suoni sono eccessivi, certe forme sghembe, certe soluzioni difficili, ma derivano dal bisogno di acquisire un nuovo punto di vista e non dare mai per scontato niente, nemmeno il suono che esce dalla strumentazione classica, quella del power trio, eminentemente rock.
Come a dire che la complessità è il contrario della sofisticazione, che la semplicità è il contrario della banalità e che la musica è un'arte performativa.
0.359375 follow us on Twitter      Contact Us      Privacy Policy      RETURN TO TOP
Copyright © BANDMINE // All Right Reserved